Global Compact on Education

Papa Francesco convoca a Roma per il 14 maggio 2020 un evento mondiale teso a lanciare un «patto educativo» e promuovere «un'alleanza tra gli abitanti della Terra e la "casa comune". alla quale dobbiamo cura e rispetto».

 

La Facoltà «Auxilium» vi partecipa, organizzando, insieme con l’Università Pontificia Salesiana e la “Città dei Ragazzi” di Roma, un seminario tematico il 22 febbraio 2020 dal titolo: «We are, we share, we care. Generazioni a confronto per un’alleanza educativa».

In un videomessaggio del 12 settembre scorso, Papa Francesco, presentando l’iniziativa, precisa: «Nell’enciclica Laudato si’ ho invitato tutti a collaborare per custodire la nostra casa comune. Per capire quanto urgente sia la sfida che abbiamo davanti dobbiamo puntare sulla educazione, che apre la mente e i cuori ad una comprensione più larga e più profonda della realtà. Serve un patto educativo globale che ci educhi alla solidarietà universale, a un nuovo umanesimo».

 

Il Global Compact on Education culminerà nell’evento “Ricostruire il patto educativo globale” che si realizzerà nell’Aula Paolo VI a cui sono invitati in particolare a quanti operano nel campo dell’educazione a tutti i livelli disciplinari e della ricerca, ma anche «personalità pubbliche che a livello mondiale occupano posti di responsabilità e hanno a cuore il futuro delle nuove generazioni» e soprattutto i giovani, affinché sentano «tutta la responsabilità nel costruire un mondo migliore».

 

L’appuntamento sarà preparato da una serie di seminari tematici promossi dalla Congregazione per l’Educazione cattolica e diverse istituzioni. È qui che si colloca la partecipazione della Facoltà «Auxilium»:

16-17 settembre 2019: «Democrazia: un’urgenza educativa in contesti pluriculturali e plurireligiosi» - Pontificia Fondazione Gravissimum educationis;
31 ottobre 2019: «Educazione, diritti umani, pace. Gli strumenti dell’azione interculturale ed il ruolo delle religioni» - Pontificia Università Lateranense;
14-16 gennaio 2020: «Natura e ambiente nel patto educativo: la bellezza fa l’uomo buono» - Università Pontificia Antonianum e Istituto Teologico Seraphicum;
30-31 gennaio-1° febbraio 2020: «Costruire comunità. La proposta del service learning» - LUMSA e Alta Scuola Eis;
6-7 febbraio 2020: Workshop su «Education: The global Compact» - Pontificia Accademia delle Scienze sociali;
24 febbraio 2020: «L’immagine dell’altro nelle proprie tradizioni: quali risorse le nostre tradizioni religiose e culturali possiedono in vista della costruzione di una fratellanza universale?» - «Centro Card. Bea» della Pontificia Università Gregoriana e Pontificio Istituto di Studi Arabi e Islamistica;
13 marzo 2020: «Le sfide educative per la cooperazione internazionale» - Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia;
24 marzo 2020: «Percorsi di cittadinanza. Dall’esclusione all’inclusione» - Città dei Ragazzi;
22-26 aprile 2020: «C’è un mondo che ti aspetta» - «Villaggio della Terra»;
data da definire: «Terza missione e impegno degli studi: leadership per strade nuove» - Istituto Universitario Sophia di Loppiano.

 

Afferma Papa Francesco: «Ogni cambiamento ha bisogno di un cammino educativo. Noi non possiamo fare un cambiamento senza educare a quel cambiamento. Un proverbio africano recita che “per educare un bambino serve un intero villaggio”. Ma dobbiamo costruirlo, questo villaggio. Tutti insieme, per educare i bambini, per educare il futuro».

Articolo preso dal Sito dell’Auxilium