La SUPR incontra gli studenti della PUA

Mercoledì 22 maggio 2019, durante l’assemblea degli studenti tenutasi nell’aula 1 della Pontificia Università Antonianum, il Vicepresidente SUPR, Philippe Perraud, ha presentato davanti all’Assemblea una bozza degli statuti della futura associazione degli studenti, messo sotto il patrocinio del Venerabile Fra Ginepro Cocchi, nonché ex-studente della PUA.

La SUPR incoraggia molto la formazione dell’associazione affinché si possa creare una famiglia e una casa che allarga le sue mura, che si apra al mondo. Il Vicepresidente è partito dal processo di Bologna, che invita le istituzioni ecclesiastiche a dare sempre più voce agli studenti, e dalla recente Esortazione Apostolica Post-sinodale Christus Vivit (n127):

«Fare “casa” in definitiva «è fare famiglia; è imparare a sentirsi uniti agli altri al di là di vincoli utilitaristici o funzionali, uniti in modo da sentire la vita un po’ più umana. Creare casa è permettere che la profezia prenda corpo e renda le nostre ore e i nostri giorni meno inospitali, meno indifferenti e anonimi. È creare legami che si costruiscono con gesti semplici, quotidiani e che tutti possiamo compiere. Una casa, lo sappiamo tutti molto bene, ha bisogno della collaborazione di tutti. Nessuno può essere indifferente o estraneo, perché ognuno è una pietra necessaria alla sua costruzione».

Il Vicepresidente ha infine incoraggiato gli studenti a vivere quest’associazione nello spirito delle prime Comunità cristiane, ovvero essendo uniti, lavorando per il bene comune e per poter far brillare il carisma dei compagni di Francesco di Assisi. Ha anche ricordato il legame tra la SUPR e la PUA, augurandosi una proficua collaborazione.

IMG-20190521-WA0017.jpg